Diamante la città dei Murales

Una delle principali attrattive turistiche per cui Diamante è famosa riguarda i Murales. Difatti questa cittadina è noto a molti come il paese dei murales, in quanto diverse facciate di abitazioni e palazzi per il borgo, sembrano delle enormi tele, ricoperte da splendide rappresentazione artistiche.





Il merito lo si deve all’ideatore Nani Razzetti, un artista originario di Milano che nel 1981 ebbe un’idea originale per rinnovare il look della cittadina, proponendo al sindaco di allora il Progetto di Città Dipinte. Il progetto di cambiare il look della città venne avviato nel 1981 e coinvolse artisti provenienti da diverse parti del mondo, tra cui molti italiani, che arrivarono a Diamante per realizzare la loro opera.

Cosi il centro storico di Diamante si trasformò in una galleria d’arte a cielo aperto. Passeggiando per i vicoli del borgo, tra un’abitazione e l’altra, vi troverete dinnanzi a rappresentazioni artistiche che vi raccontano, o meglio illustrano la storia di questa città. Sono oltre 200 le opere d’arte dipinte nel centro storico di Diamante. Personaggi illustri come Matilde Serao e Gabriele d’Annunzio hanno dedicato particolare attenzione a questo paese. Il progetto non è ultimato, infatti, ogni anno gli artisti si ritrovano a Diamante per partecipare a Muralespanso. Progetto attraverso cui gli artisti realizzano nuove opere per decorare le facciate dei palazzi.

Curiosità su Diamante

Meta immancabile dell’estate al mare in Calabria è la famosa isola di Cirella un isolotto caratterizzato da una flora selvaggia, posto di fronte alla baia di Diamante, lungo la riviera dei Cedri. Per chi non lo sapesse, l’isola di Cirella fa parte del parco marino della Riviera dei Cedri. Ogni anno turisti non perdono l’occasione di trascorrere le giornate su questo fantastico isolotto per praticare immersioni, snorkeling e per pescare.

Oltre che per la coltivazione e produzione del Cedro, dal quale vengono ricavati diversi prodotti made in Calabria, Diamante è nota per il Festival del Peperoncino che ogni anno attira turisti provenienti da ogni dove. Per il cedro, invece, i rabbini si riuniscono ogni anno proprio a Diamante per festeggiare la festa del Sukkoth o delle Capanne di Santa Maria del Cedro (Luglio – Agosto).

Cenni storici su Diamante

Secondo alcune fonti storiche, la città di Diamante sarebbe nata intorno al 1500 quando il principe Sanseverino ordinò la costruzione di una postazione difensiva dagli attacchi via mare dei saraceni. Qualche secolo più tardi, superati i periodi di turbolenze con gli attacchi dei turchi, i contadini dalle campagne si spostarono verso il mare, sviluppando il traffico. Successivamente, commercianti provenienti dalla Campania vi si stabilirono contribuendo, così, all’affermazione di Diamante.

Arrivare a Diamante

È possibile arrivare a Diamante in auto. Se arrivate da Sud, prendete l’uscita di Falerna della Salerno Reggio Calabria e proseguite sulla statale 18 per circa 80 km fino ad arrivare a Diamante. Se arrivate da nord, invece, prendete l’uscita di Lagonegro Nord e proseguite in direzione Praia a Mare per 30 km, continuate il viaggio verso sud fino a Diamante. Se invece preferite arrivare a Diamante in treno, sappiate che è presente la stazione dei treni di Diamante.




Non ci sono commenti

Aggiungi i tuoi