chiesa di san michele vibo

La Chiesa di San Michele a Vibo Valentia

La chiesa di San Michele, di Vibo Valentia, rappresenta uno dei tesori dell’architettura rinascimentale più preziosi della regione. Il monumento, infatti, risale al 1519, quando fu realizzato sulle indicazioni di un architetto senese, Baldassarre Peruzzi; dopo la distruzione del terremoto catastrofico del XVIII secolo, subì dei lavori di ristrutturazione che modificarono l’architettura iniziale.

campanile chiesa san michele calabria

Campanile

Da notare le decorazioni del portale, come anche il campanile a base quadra, con tre ordini sovrapposti. Il campanile, a torre quadrata, è strutturato su 3 ordini sovrapposti. Purtroppo dopo il terremoto non è stato possibile recuperare l’incantevole cupside.

 

campana chiesa san michele

Campana

Lo spazio interno è organizzato su una navata unica, decorata con bassorilievi pregevoli con un’abside in stile barocco. All’interno della chiesa sono state rinvenute 2 tele del duecento, che possono essere ammirate, visitando la Chiesa di San Giuseppe. Le due tele del XIII secolo, attribuite all’artista G. Rubino, raffigurano La Comunione di Cristo e la Madonna col Bambino, San Pietro e Paolo. Altri tesori artistici sono La Deposizione e L’annunciazione di Zoda. Rimane la Caduta degli Angeli, realizzato nel 600 dal Giordano. La maestosità interna si ammira osservando l’arco trionfale, con il Cristo scolpito sulla chiave di volta. Attualmente non sono disponibili degli orari di visita. Tuttavia, trattandosi di un luogo sacro e attivo, la chiesa dovrebbe essere aperta al pubblico tutti i giorni dalle 8 alle 12:00 e dalle 15 alle 19:00 circa.

 

Cripta della Chiesa di San Michele Arcangelo

Cripta chiesa di San Michele

Dell’antica struttura della chiesa precedente a quella realizzata nel 1559, secondo alcune testimonianze, rimane una cripta, ubicata sotto il pavimento e accessibile da un ingresso esterno alla chiesa. È probabile che la cripta sia stata realizzata nel periodo normanno o nell’epoca degli angioini, ma queste sono solo ipotesi, non essendovi documenti che lo attestino. Secondo le ipotesi degli studiosi, la cripta della chiesa di San Michele, sarebbe stata realizzata in concomitanza a un piccolo luogo di culto, noto come San Michele il Vecchio, andato distrutto per permettere la realizzazione dell’attuale chiesa.

La cripta a forma di croce latina e costituita da cunicoli stretti e piccoli abitacoli è gestita dal comune di Vibo come spazio museale della città. Al suo interno è possibile ammirare opere di arte sacra antica come tabernacoli, statue, sculture, lanterne e altri oggetti rinvenuti al suo interno. Altrettanto suggestivi e probabilmente fiore all’occhiello di questo museo in Calabria sono il sarcofago, rivenuto e custodito all’interno  dell’ossario, noto a molti come l’ossario di Vibo Valentia.

Visitando la cripta ossario della Chiesa di San Michele noterete diverse fessure sul soffitto, attraverso cui è possibile scorgere l’interno della chiesa che custodisce questo incantevole tesoro.

Giacché vi trovate a Vibo Valentia, vi suggeriamo una passeggiata nel centro storico di questa bella cittadina sul mare, facendo qualche tappa tra i principali monumenti, come il  Duomo di Vibo Valentia o il Castello che sovrasta la città oppure il teatro politeama.

La festa patronale di San Michele di Vibo Valentia, si celebra il 29 settembre. In quest’occasione alle celebrazioni religiose si affiancano attività ludiche, spettacoli in piazza e sagre per l’intrattenimento di turisti e non.

Inidirizzo: 2 Discesa Del Gesu’, Vibo Valentia, 89900
Orario: np
Sito: np
Riferimenti: Foto cripta ed esterno chiesa fornita da Proloco VV




Non ci sono commenti

Aggiungi i tuoi