castello-federiciano

Poesia in Calabria, appuntamento al Federiciano di Rocca Imperiale

Tante sono le manifestazioni culturali che caratterizzano l’estate calabrese tra sagre e feste di musica popolare. Non mancano, inoltre, eventi culturali e artistici come il concorso di poesia di Rocca Imperiale Il Federiciano. Un premio particolare e caratteristico quello che sarà riconosciuto ai giovani scrittori calabresi e non che prenderanno parte al concorso che per l’occasione si celebrerà tra le mura del maestoso castello Federiciano, da cui prende il nome la manifestazione.

I vincitori dell’evento, giunto alla settima edizione, vedranno il loro testo premiato stampato su stelle di ceramiche maiolicata e adagiate sulle pareti esterne delle abitazioni del borgo. Un modo particolare e caratteristico di raccontare una storia che non è ancora finita.

Durante il festival dedicato al concorso si terranno diversi appuntamenti culturali per far conoscere la ricchezza del nostro paese ai tanti visitatori e artisti che sempre più numerosi si ritrovano per partecipare a Il Federiciano.

In questo modo, tra visite culturali nel famoso castello, o altri monumenti dislocati lungo i vicoli del centro storico fino ad arrivare al lungomare, i visitatori potranno vivere un viaggio extra sensoriale e soddisfare tutte le loro aspettative.

Per nove giorni, dal 21 al 28 agosto, il borgo di Rocca Imperiale diventa un libro di antologia a cielo aperto, riportando la poetica per le vie del borgo calabrese come avveniva all’epoca di Federico II di Svevia, questa volta con la partecipazione di ospiti d’eccezione, noti nel mondo dello spettacolo artistico.

Si inizia il 21 agosto con la prima cerimonia di premiazione dedicata alle poesie partecipanti al concorso, con il reading nel Castello Svevo conquistato per l’occasione dai numerosi amanti del verso, e la proclamazione della prima poesia vincitrice realizzata su una stele in ceramica fissata sul muro di un’abitazione del centro storico, come da tradizione per questo appuntamento.
Proprio dal castello, il corteo di poeti si incamminerà per raggiungere il luogo destinato all’opera. La proclamazione della seconda stele vincitrice è fissato per l’ultimo giorno del festival, il 28 agosto. Nel corso della manifestazione un ricco programma che comprende, oltre a due estemporanee di poesia e le presentazioni dei libri Viaggio verso la felicità di Artan Abedini (il 23 agosto) e Storia e storielle di Rocca Imperiale di Pino Affuso (il 24 agosto), anche salotti letterari, concerti, spettacoli teatrali.
L’elenco esclusivo degli ospiti di punta del 2016 comprende i nomi di Giancarlo Giannini, Francesco Baccini e Sergio Caputo, uniti in un sodalizio artistico per un concerto con pianoforte a coda e chitarra. Il 23 agosto è il giorno di Marco Morandi che presenterà, sempre nel castello, In nome del padre: uno spettacolo brioso in cui, accompagnato dalla sua band, si destreggia tra monologhi divertenti, canzoni, video e giochi con il pubblico, sotto l’occhio vigile dell’ingombrante ma simpatico padre, Gianni Morandi, costante presenza con la sua voce fuori campo.
Il 25 agosto si celebrerà un omaggio a Rino Gaetano con una stele dedicatagli in cui è inciso un testo del cantautore di origine calabrese, alla presenza del nipote Alessandro che canterà in acustico e poi in concerto con la “Rino Gaetano Band” sul lungomare di Rocca Imperiale.
27 agosto incontro con Mogol, ospite immancabile delle ultime due edizioni del festival, che sarà accompagnato dal cantautore Ugo Mazzei, nell’amato castello a cui ha dedicato anche un suo aforisma. Il maestro festeggerà i suoi 80 anni nei giorni del festival, in cui tra l’altro sarà impegnato in una MasterClass, assieme a Gioni Barbera, nel pomeriggio del 26 e la mattina del 27, presso il Monastero dei Frati Osservanti.
Da non perdere la performance di Katia Ricciarelli, che nella giornata del 26 sarà in concerto con la Melos Orchestra, alla Marina, in Piazza Giovanni XXIII.

 Come arrivare a Rocca Imperiale

Per arrivare a Rocca Imperiale il modo più semplice è l’auto anche se il tragitto può essere lungo, ma tutto dipende dal punto di partenza. Dall’A3 (Napoli – Reggio Calabria) prendete l’uscita di Tarsia Nord (Spezzano T.) e proseguite sulla Statale 533 in direzione Taranto /Crotone. Successivamente proseguite sulla Strada Statale 283 seguendo le indicazioni per Sibari – Taranto – Corigliano Calabro, fino a prendere, poi, l’uscita per Corigliano Calabro. Da qui prendete la Statale 106 Jonica fino all’uscita per Rocca Imperiale – Canna – Nocera.

È possibile arrivare a Rocca Imperiale in treno, in quanto la stazione dei treni di Rocca Imperiale è attiva e collegata con la vicina stazione di Sibari (i treni sono circa 5 al giorno). A causa della poca comodità dei collegamenti ferroviari è consigliabile prevedere almeno il pernottamento per 1 o più giorni a Rocca Imperiale.

Indirizzo: Castello Federiciano – Rocca Imperiale (CS)
Date: dal 21 al 28 agosto 2016
Ingresso: libero
Sito: Pagina Facebook




Non ci sono commenti

Aggiungi i tuoi