spiagge scilla

Spiagge della Costa Viola, le vacanze a prova di relax

L’ultimo tratto di Costa dello Stivale è sicuramente una delle zone più affascinanti e incantevoli della Calabria. Un Piccolo Paradiso, per usare la definizione di Repaci che nelle sue opere descrive cosi le spiagge della Costa Viola. Proprio questo il termine con cui gli antichi decisero di battezzarla per il colore particolare generato dalla corrente marina in alcune zone.

costa viola balconata s eliaIl mare limpido e cristallino, dalle spiagge da Palmi fino alla costa di Bagnara, conserva ancora oggi tesori archeologici, testimonianze inesplorate delle popolazioni che in passato vi hanno vissuto, nei suoi fondali ricchi di fauna e flora.

Il primo tratto di Costa Viola è occupato dalle spiagge di Palmi, un piccolo comune posto a metà tra la montagna e il mare. Un vero terrazzino con vista sul mare, si direbbe e riparato dalla collina, in cima alla quale sono poste le famose Tre Croci di Sant’Elia, dal nome dell’altura stessa. Dal Monte Sant’Elia,senza sperare in troppa fortuna, potrete ammirare, all’orizzonte, l’intero arcipelago delle Isole Eolie con L’Etna e lo Stromboli.costa viola sant elia

Il mare limpido e cristallino è sempre più spesso punto di ritrovo per gli appassionati di immersioni e diving in Calabria.

Le spiagge più belle e note sono quelle della Tonnara, con il famoso scoglio Tahiti, Scinà e Pietrenera. Ancora caratteristico, proprio nel lido della Tonnara il famoso Scoglio dell’Ulivo od ‘Ulivarellu. spiagge costa viola scoglio tahitiPer chi non lo sapesse si tratta di un particolare scoglio, in mezzo al mare, sul quale sarebbe cresciuto spontaneamente un albero di ulivo. Sappiate che proprio a Palmi è possibile effettuare delle vere esplorazioni dei fondali marini attraverso il Centro Immersioni della Costa Viola. Non mancano monumenti d’ importante interesse culturale come la cripta Paleocristiana del IV secolo nel sito archeologico di Taureana e la storica Chiesa di San Fantino, le grotte naturali di Tarditi.

Grotte naturali, insenature si alternano tra le spiagge della Costa Viola, nella vicina Bagnara. La Torre Ruggiero, posta al limite della montagna rocciosa ‘uCucuzzo, domina l’ambiente circostante, offrendo un panorama suggestivo ai suoi visitatori. Il monte Ruggiero non è l’unico a scendere a picco nel mare e creare dei paesaggi incantevoli da esplorare. Difficili da raggiungere a nuoto ma vale la pena di fare un giro in barca alla Grotta del Monaco o la Grotta delle Rondini, le più visitate.

spiagge costa viola scilla Ponte RuggeroLe spiagge della Costa Viola terminano nell’incantevole borgo di Scilla conosciuta anche come la Perla della Costa, dove ogni anno si riversano turisti in vacanza in Calabria. Questo piccolo borgo tra storia, mito e leggenda affascina turisti e studiosi provenienti da tutto il mondo. È proprio dal mito di Scilla che pare derivi l’origine mitologica della città di Reggio Calabria.

I fondali marini custodiscono un ecosistema integro e affascinante. Pare proprio che nei fondali di Scilla sia stato rinvenuto il Corallo Nero, piuttosto raro. Difficile resistere a una passeggiata in quella che a molti è nota come la Piccola Venezia del Sud, ovvero l’antico Borgo di Chianalea. Le casette, disposte le une quasi attaccate alle altre e costruite direttamente sugli scogli, rendono questo piccolo borgo, anticamente abitato dai pescatori della zona, un posto grazioso che merita di essere visitato, insieme al Castello Ruffo che domina il piccolo quartiere.

Non mancano i lidi, strutture alberghiere di diversi livelli e ristoranti, dove mangiare il miglior pesce di tutta la Costa. Volete un consiglio? Ordinate del Pesce Spada, simbolo della pesca tradizionale locale.




C'è 1 Commento

Aggiungi i tuoi
  1. loredana guinicelli

    La costa viola finisce al lido costa viola 😉 sotto il pilone di santa strada. Con cala Sangrioli il lido del finanziere e il lido onda azzurra. Ciaooo


Invia un nuovo commento