spiagge-libere-a-scalea

Spiagge libere a Scalea: ecco quali sono

Scalea è un grazioso borgo della provincia di Cosenza dalle origini antichissime. Per la sua ottima posizione divenne un importante scalo marittimo e per questo vittima di saccheggiamenti continui da parte dei saraceni e corsari. Oggi Scalea si presenta come un’apprezzata destinazione turistica per le vacanze al mare in Calabria. La città si estende su un promontorio, con la parte antica arroccata in alto e la parte moderna seguita da una lunga striscia di sabbia, occupata da spiagge private e spiagge libere a Scalea.

Già in epoca romana Scalea fu centro di villeggiatura, tanto che i romani stessi decisero di costruirvi diverse ville. Per la bellezza della sua costa e il mare cristallino, il mare di Scalea è ancora oggi una delle destinazioni più belle per molti turisti, che la scelgono come meta per le loro vacanze in Calabria. La lunga striscia di sabbia fine è non è occupata da spiaggia libera, ma da tratti occupati dai vari stabilimenti balneari che, con i loro servizi, cercano di offrire giornate indimenticabili ai loro ospiti.

Tuttavia, pur essendo minime, non mancano le spiagge libere a Scalea. Qualche esempio? Vi accontentiamo subito.

Una delle spiagge libere a Scalea si trova nelle immediate vicinanze della foce del fiume Lao. Il tratto di spiaggia libera qui è molto ampio e nelle zone sono disponibili, all’occorrenza lidi a chioschetti. Potrete scegliere se tuffarvi in mare, oppure avventurarvi in una piccola esplorazione del fiume Lao. Arrivare alla spiaggia libera a Scalea è molto facile, basta svoltare lungo la SS 18 all’altezza del Camping Lao.

spiaggia libera fiume laoUn’altra Spiaggia libera a Scalea si trova ai piedi della Torre Talao. Non vi aspettate di trovare un’area ampia, anche qui questo tratto di spiaggia libera a Scalea non è molto esteso ed è delimitato dai centri balneari.

Per fortuna, sebbene scarseggi di Spiagge libere, Scalea ha molto altro da offrire ai suoi visitatori.

Nel corso della sua vita, tra una denominazione e l’altra la città si rafforzò diventando una vera fortezza.

Da non perdere una passeggiata nel centro storico, testimone della vita di questa città, con le porte di accesso del borgo, gli antichi palazzi nobiliari e le torri difensive (Torre Talao, Torre Cimalonga, Torre Pietanza) dell’epoca aragonese.

Difficile non notare le caratteristiche scalee attraverso cui è possibile muoversi da una parte all’altra della città. Meritano di essere visitati i monumenti di patrimonio artistico, come la Chiesa della Madonna del Carmine, Chiesa della Madonna del Lauro e il famoso Antiquarium, dove sono custoditi testimonianze della civiltà magno-greca di Laos.




Ci sono 2 commenti

Aggiungi i tuoi
    • Luigi Putrino

      Tiziana ti riferisci alla foto copertina dell’articolo? In effetti non avevamo una foto lato costiero specifica e quindi abbiamo scelto questa che ha solo carattere “simbolico” ma se disponessi di una tua foto della costa di Scalea ci piacerebbe condividerla sul nostro articolo. A ogni modo grazie per il commento 🙂 


Invia un nuovo commento