Visita a Papaglionti Vecchia, città fantasma in Calabria

Papaglionti è un’antica località fantasma, situato nelle immediate vicinanze del comune di Zungri, in provincia di Vibo Valentia.

Questo nome si suppone abbia origine greco – bizantina e deriverebbe da Paleontos, corruzione di Papas Leonitius, persona ecclesiastica probabile proprietario di un casale dal quale ebbe origine il villaggio nato nel primo mediovevo.

In seguito a una violenta alluvione avvenuta nel 1952, gli abitanti, già scossi dal terremoto del 1905, furono costretti a migrare in un territorio vicino, più adatto alla vita e alla sicurezza. Per questo motivo nacque Papaglionti nuova e morì Papaglionti vecchia. Papaglionti vecchia si trova sul versante tirrenico della Calabria.

Oggi il borgo antico di Papaglionti è preda di rovi, erbacce e il degrado del tempo. Sebbene sia un borgo abbandonato quasi a se stesso, Papaglionti vecchia, insieme alle città fantasma, rappresenta un patrimonio prezioso, di rilevanza storica e culturale che attira la curiosità e l’interesse dei turisti in vacanza in Calabria.

Girando per il piccolo comune è possibile notare tra le strutture povere, semplici ma allo stesso tempo con un particolare nell’estetica architettonica. Tra le strutture che saltano all’occhio, segnaliamo una struttura d’epoca romana, i resti della chiesa di San Pantaleone, i resti del Castello Francese, 2 Calvari, uno datato 1700 (in foto) che delimitavano l’ingresso nel centro abitato.

Una tappa da non perdere se siete in visita all’insediamento rupestre di Zungri o nella vicina Grotta Trisulina, siti che vi consigliamo di visitare.

Calvario 1700

Calvario 1700

Il Calvario di Papaglionti è situato lungo la strada che conduce al vecchio borgo. Si tratta di un Calvario rettangolare, in muratura di pietra granitica locale, regolarizzata con scaglie di laterizio e mattoni; noterete la stessa struttura muraria in diversi edifici del borgo, come nel caso della Chiesa e nei ruderi del palazzo della Famiglia di Francia. Questo Calvario è stato realizzato alla fine del 600 ed è una delle poche strutture rimaste in ottime condizioni. Al centro noterete una nicchia, all’interno della quale era ospitato un dipinto raffigurante la crocifissione.

La chiesa di Papaglionti all’esterno si presenta strutturata in mattone rosso a due navate collegate tra di loro da due arcate. Sotto la navata si nota un vuoto destinato alla sepoltura.

palazzo famiglia di Francia

palazzo famiglia di Francia

Il Palazzo della Famiglia di Francia è l’esempio di Casa Signorile di Papaglionti. La struttura risale al 1700, ha una forma rettangolare e molto grande, circa 13 metri in larghezza. Anche questo si presenta in muratura di pietra granitica con saette e scaglie di laterizio. Il pian terreno era adibito come deposito prodotti agricoli, il primo piano invece per la residenza dei proprietari.

Curiosità su Papaglionti Vecchia

Alcuni studi dimostrano che termini come Papaglionti, Papasidero, Papaleo sono tutti cognomi appartenuti a sacerdoti greci vissuti in Calabria e che si sposavano lasciando il loro nome agli eredi o, come nel caso di Papaglionti, alle loro proprietà.

Arrivare a Papaglionti Vecchia

Potete arrivare a Papaglionti percorrendo la Vibo-Tropea e seguire le indicazioni per Papaglionti dopo il bivio di Mesiano (a circa 2 km di auto) o dalla litorale in arrivo da Briatico (VV) passando per San Costantino, Porenzoni, San Marco (circa 6 o 7 km). Impossibile arrivare con i mezzi pubblici.




Non ci sono commenti

Aggiungi i tuoi