parco della sila

Parco della Sila in Calabria: cosa sapere

Il Parco Nazionale della Sila occupa il vasto altopiano della Calabria settentrionale, per un’area di ben 150 mila ettari. Si tratta del Parco Nazionale più antico d’Italia, famoso tra gli amanti della natura per i paesaggi incantevoli verdi di estrema bellezza che si possono ammirare nel periodo estivo oppure le distese innevate nei periodi più freddi che la rendono una meta turistica d’eccellenza.

L’altopiano silano si trova nel cuore della Calabria, tra Cosenza, Crotone e Catanzaro. L’immenso parco, abitato dai lupi, è suddiviso in tre parti, ovvero la Sila Greca, la Sila Grande e la Sila Piccola.
Oltre agli incantevoli paesaggi, la Sila attira l’interesse dei visitatori anche per la sua storia. Pare, infatti, che le prime testimonianze storiche risalgano a circa 700 mila anni fa, il periodo dell’homo erectus, con ritrovamenti archeologici nella zona del Lago Arvo e il Lago Cecita. Successivamente, nel periodo della cosiddetta epoca del rame, l’area venne occupata da agricoltori e pescatori, interessati ai laghi.

Numerose sono le cose da vedere in Sila, in qualsiasi periodo dell’anno, tra musei storici e monumenti naturali. Lungo tutto il territorio del Parco Nazionale non mancano i Centri Visita, dove è possibile reperire informazioni e indicazioni utili per muoversi alla scoperta del parco, senza difficoltà o per avere informazioni utili circa le attività a cui dedicarsi. Non mancano, lungo il parco naturale agriturismi, dove assaporare il meglio dei piatti tipici delle zone e hotel dove alloggiare durante le vostre vacanze.

Diverse sono le località turistiche che ogni anno attirano turisti e appassionati dell’ecoturismo. Camigliatello Silano, famosa per le coltivazioni di funghi porcini, Lorica, Villaggio Palumbo, Villaggio Mancuso. Sono queste, sicuramente le destinazioni principali, dove recarsi per avventurarsi in una piacevole vacanza, a contatto diretto con la natura. Il Parco nazionale della Sila è anche la destinazione principale per delle meravigliose vacanze sulla neve con diversi impianti sciistici.

Parco della Sila: Villaggio Rurale

Una delle attrattive più visitate del vasto parco della Sila è il villaggio rurale Cagno. Si tratta di una ricostruzione ad altezza d’uomo di un antico villaggio rurale abitato proprio dalle antiche popolazioni che nella storia hanno popolato l’entroterra calabrese.

Il famoso villaggio  Cagno storico è realizzato ai piedi del Montenero, una delle vette più alte del Parco della Sila, nelle vicinanze di San Giovanni in Fiore (18 km). Una zona ricca di vegetazione e specchi d’acqua, vi troviamo, infatti, il lago Arvo e il lago Ampollino, artificiali e realizzati negli anni 50. Sul lato est del monte vi consigliamo di non saltare la tappa del villaggio Cagno, il villaggio rurale realizzato sempre negli anni 50.

Come arrivare in Sila

Il parco della Sila è facile da raggiungere, grazie alla sua posizione geografica e alla rete stradale. Per questo motivo l’auto è sicuramente il mezzo più efficiente per arrivare in Sila. Le strade principali sono la S.S. 107 silano-crotonese per chi arriva da nord, la S.S. dei 2 Mari, tra Lamezia Terme e Catanzaro e infine la S.S. 281 di Rosarno, per chi arriva da sud.

In alternativa all’auto è possibile arrivare in Sila sia in treno, con le tratte che passano per Cosenza e Catanzaro o, in alternativa, le tratte di autobus di linea Ferrovie della Calabria, in partenza dalle principali città calabresi.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Foto di Beppe




Non ci sono commenti

Aggiungi i tuoi